null

CALZINO WATERCOLOR

OCCORRENTE

FILATO = Water Color

FERRO CIRCOLARE = con un cavetto sottile e flessibile da 30 cm e con le punte n. 2,75 e n. 3

ALTRO = Ago da lana, spilli, forbici, marcapunti

CAMPIONE

10 x 10 cm = 30 m. e 40 m. a m. rasata dir. con i f. n. 2,75

SHARE
ABBREVIAZIONI

f. = ferro o ferri
m. = maglia
p. = punto
avv. = avviare
dir. = diritto
gett. = gettato
ins. = insieme
intrecc. = intrecciare (chiudere)
pipp = pippiolino
lav. = lavorare
rip. = ripetere
seg. = seguente

NOTE

Il lavoro inizia dalla punta e procede fino al bordo a coste 1/1 della parte superiore. Per facilitare la descrizione, chiameremo “ferro” ogni punta del ferro circolare.

MISURE

Adatta a un piede n 39/40

PUNTI IMPIEGATI

Maglia rasata diritta, maglia rasata diritta a ferri accorciati (alla tedesca), punto a coste 1/1

ESECUZIONE

Avvio della punta

Usare i f. con le punte n. 2,75

Creare un piccolo cappio e posizionarlo su un f., poi appaiare i 2 f. uno sopra l'altro; tenendo il ferro con il cappio sotto.

Usando la coda, avv. 12 m. su entrambi i f.: avvolgere il filo 12 volte (dall'esterno verso l'interno) attorno ai 2 f. Al termine, tenere fermo con l'indice l'ultimo avvolgimento eseguito e sfilare delicatamente (in avanti) il ferro sottostante (le m. rimangono sul cavetto), quindi usare questo ferro e il filo di lavoro per eseguire 12 m. a diritto nelle asole del ferro soprastante; lav. queste m. in modo morbido, per facilitare lo scorrimento. Tirare delicatamente il cavetto per pareggiare nuovamente i 2 f., posizionando il ferro con le 12 m. a dir sotto al ferro con le 12 asole ancora da lavorare.

Sfilare il ferro in avanti (lasciando le 12 m a diritto sul cavetto) e usarlo per lav.

12 m. a dir sul f. superiore. Appaiare di nuovo i 2 f. con 12 m. a dir. su un f. e 12 m. a dir. sull'altro f.

Dal prossimo giro iniziare a effettuare gli aumenti ai lati. Controllare sempre che il filo di lavoro sia sul f. sottostante.

2° giro: sfilare il ferro sottostante in avanti e iniziare a lav. le m. del ferro soprastante. Gli aumenti si eseguono sempre dopo la prima m. e prima dell'ultima m., quindi lav.

1 m. a dir., 1 gett., 10 m. a dir., 1 gett., 1 m. a dir. Tirare il cavetto per pareggiare i f., ruotarli in modo che le m. lavorate e il filo di lavoro siano posizionate sotto l'altro f., quindi sfilare in avanti il ferro sottostante e lav. 1 m. a dir., 1 gett., 10 m. a dir., 1 gett., 1 m. a dir. sul ferro soprastante. [28 m. in totale]

3° giro: lav. tutte le m. dei 2 f. a dir. e i 4 gettati a dir. ritorto.

Dal 4° al 15° giro: lavorare sui 2 f. con lo stesso procedimento del 2° e del 3° giro, in modo da avere 52 m. in totale alla fine del 15° giro (= 4 aumenti ogni 2 giro per 6 volte).

Dorso e pianta del calzino

Ora appaiare le m. tenendo il ferro con il filo di lavoro dietro all'altro f., sfilare il ferro posteriore e iniziare a lavorare sulle m. del ferro anteriore.

Dal 16° al 70° giro (13 cm): lav. a m. rasata dir. sullo stesso numero di m. (26 m. su ognuno dei 2 f.).

Dal prossimo giro, iniziare di nuovo ad aumentare il numero delle m. per allargare il corpo della calza prima di realizzare il tallone vero e proprio, quindi impostare il lavoro in questo modo:

71° giro: 26 m. a dir. sul 1° f, mentre sul 2° f. lav. 1 m. a dir, 1 gett., 24 m. a dir., 1 gett. 1 m. a dir. [54 m.]

72° giro: lav. tutte le m. a dir e i 2 gettati a dir. ritorto.

73° giro: 26 m. a dir. sul 1° f., mentre sul 2° f. lav. 1 m. a dir, 1 gett., 1 m. a dir. fino all'ultima m., quindi lav. 1 gettato e 1 m. a dir. nell'ultima m.

74° giro: lav. tutte le m. a dir e i 2 gettati a dir. ritorto.

Dal 75° al 94° giro: rip. il 73° e il 74° giro per 9 volte. [alla fine del 74° giro, si hanno 26 m. sul 1° f e 52 m. sul 2° f.]

Le 26 m. corrispondono al dorso della calza, mentre le altre 52 m. corrispondono ai lati e alla pianta. Proseguire solo sulle 26 m. centrali del gruppo di 52 m. per realizzare il tallone e lasciare momentaneamente in sospeso il resto delle m. Inserire un marcapunti nella 1a e nella 26a m. del tallone.

Tallone

Sulle 26 m. del tallone, lav. a m. rasata dir. con la tecnica dei ferri accorciati alla tedesca per 14 ferri o righe, in modo da tornare ad avere 12 m. come all'inizio della punta. Cambiare con le punte dei f. n. 3 e lav. 26 m. a m. a m. rasata dir per 14 righe, tenendo presente che nel corso della 1a riga, bisognerà lav. sulle 7 m. del primo lato a ferri accorciati, sulle 12 m. rimaste del tallone e sulle 7 m. del secondo lato a ferri accorciati per un totale di 26 m.

Proseguire su queste 26 m. per 14 righe e nel corso della lavorazione, all'inizio e alla fine di ogni f. effettuare l'unione con le m. di margine lasciate in sospeso alla fine del 94° giro: inserire il f. nella prima (o nell'ultima) m. del tallone, poi inserirlo nella 1a m. (o nell'ultima) m non lavorata delle m. lasciate in sospeso nel 94°giro, quindi lavorare insieme le 2 m. effettuando l'unione.

Dopo avere completato l'unione dei margini laterali del tallone con le prime 13 e con

le ultime 13 m. non lavorate del 94° giro, cambiare nuovamente con le punte dei f. n.

2,75 e riprendere a lavorare in giri.

Gamba

Lavorare a m. rasata dir su un totale di 52 m. (26 m. sul 1° f. e 26 m. sul 2° f.) per 102 giri, pari a circa 25 cm.

Bordo

Cambiare nuovamente con i f. n. 3 e lav. a p. coste 1/1 per 30 giri, pari a 8,5 cm. Al termine intrecc. tutte le m.

null

CALZINO WATERCOLOR

OCCORRENTE

FILATO = Water Color

FERRO CIRCOLARE = con un cavetto sottile e flessibile da 30 cm e con le punte n. 2,75 e n. 3

ALTRO = Ago da lana, spilli, forbici, marcapunti

CAMPIONE

10 x 10 cm = 30 m. e 40 m. a m. rasata dir. con i f. n. 2,75

SHARE
ABBREVIAZIONI

f. = ferro o ferri
m. = maglia
p. = punto
avv. = avviare
dir. = diritto
gett. = gettato
ins. = insieme
intrecc. = intrecciare (chiudere)
pipp = pippiolino
lav. = lavorare
rip. = ripetere
seg. = seguente

NOTE

Il lavoro inizia dalla punta e procede fino al bordo a coste 1/1 della parte superiore. Per facilitare la descrizione, chiameremo “ferro” ogni punta del ferro circolare.

MISURE

Adatta a un piede n 39/40

PUNTI IMPIEGATI

Maglia rasata diritta, maglia rasata diritta a ferri accorciati (alla tedesca), punto a coste 1/1

ESECUZIONE

Avvio della punta

Usare i f. con le punte n. 2,75

Creare un piccolo cappio e posizionarlo su un f., poi appaiare i 2 f. uno sopra l'altro; tenendo il ferro con il cappio sotto.

Usando la coda, avv. 12 m. su entrambi i f.: avvolgere il filo 12 volte (dall'esterno verso l'interno) attorno ai 2 f. Al termine, tenere fermo con l'indice l'ultimo avvolgimento eseguito e sfilare delicatamente (in avanti) il ferro sottostante (le m. rimangono sul cavetto), quindi usare questo ferro e il filo di lavoro per eseguire 12 m. a diritto nelle asole del ferro soprastante; lav. queste m. in modo morbido, per facilitare lo scorrimento. Tirare delicatamente il cavetto per pareggiare nuovamente i 2 f., posizionando il ferro con le 12 m. a dir sotto al ferro con le 12 asole ancora da lavorare.

Sfilare il ferro in avanti (lasciando le 12 m a diritto sul cavetto) e usarlo per lav.

12 m. a dir sul f. superiore. Appaiare di nuovo i 2 f. con 12 m. a dir. su un f. e 12 m. a dir. sull'altro f.

Dal prossimo giro iniziare a effettuare gli aumenti ai lati. Controllare sempre che il filo di lavoro sia sul f. sottostante.

2° giro: sfilare il ferro sottostante in avanti e iniziare a lav. le m. del ferro soprastante. Gli aumenti si eseguono sempre dopo la prima m. e prima dell'ultima m., quindi lav.

1 m. a dir., 1 gett., 10 m. a dir., 1 gett., 1 m. a dir. Tirare il cavetto per pareggiare i f., ruotarli in modo che le m. lavorate e il filo di lavoro siano posizionate sotto l'altro f., quindi sfilare in avanti il ferro sottostante e lav. 1 m. a dir., 1 gett., 10 m. a dir., 1 gett., 1 m. a dir. sul ferro soprastante. [28 m. in totale]

3° giro: lav. tutte le m. dei 2 f. a dir. e i 4 gettati a dir. ritorto.

Dal 4° al 15° giro: lavorare sui 2 f. con lo stesso procedimento del 2° e del 3° giro, in modo da avere 52 m. in totale alla fine del 15° giro (= 4 aumenti ogni 2 giro per 6 volte).

Dorso e pianta del calzino

Ora appaiare le m. tenendo il ferro con il filo di lavoro dietro all'altro f., sfilare il ferro posteriore e iniziare a lavorare sulle m. del ferro anteriore.

Dal 16° al 70° giro (13 cm): lav. a m. rasata dir. sullo stesso numero di m. (26 m. su ognuno dei 2 f.).

Dal prossimo giro, iniziare di nuovo ad aumentare il numero delle m. per allargare il corpo della calza prima di realizzare il tallone vero e proprio, quindi impostare il lavoro in questo modo:

71° giro: 26 m. a dir. sul 1° f, mentre sul 2° f. lav. 1 m. a dir, 1 gett., 24 m. a dir., 1 gett. 1 m. a dir. [54 m.]

72° giro: lav. tutte le m. a dir e i 2 gettati a dir. ritorto.

73° giro: 26 m. a dir. sul 1° f., mentre sul 2° f. lav. 1 m. a dir, 1 gett., 1 m. a dir. fino all'ultima m., quindi lav. 1 gettato e 1 m. a dir. nell'ultima m.

74° giro: lav. tutte le m. a dir e i 2 gettati a dir. ritorto.

Dal 75° al 94° giro: rip. il 73° e il 74° giro per 9 volte. [alla fine del 74° giro, si hanno 26 m. sul 1° f e 52 m. sul 2° f.]

Le 26 m. corrispondono al dorso della calza, mentre le altre 52 m. corrispondono ai lati e alla pianta. Proseguire solo sulle 26 m. centrali del gruppo di 52 m. per realizzare il tallone e lasciare momentaneamente in sospeso il resto delle m. Inserire un marcapunti nella 1a e nella 26a m. del tallone.

Tallone

Sulle 26 m. del tallone, lav. a m. rasata dir. con la tecnica dei ferri accorciati alla tedesca per 14 ferri o righe, in modo da tornare ad avere 12 m. come all'inizio della punta. Cambiare con le punte dei f. n. 3 e lav. 26 m. a m. a m. rasata dir per 14 righe, tenendo presente che nel corso della 1a riga, bisognerà lav. sulle 7 m. del primo lato a ferri accorciati, sulle 12 m. rimaste del tallone e sulle 7 m. del secondo lato a ferri accorciati per un totale di 26 m.

Proseguire su queste 26 m. per 14 righe e nel corso della lavorazione, all'inizio e alla fine di ogni f. effettuare l'unione con le m. di margine lasciate in sospeso alla fine del 94° giro: inserire il f. nella prima (o nell'ultima) m. del tallone, poi inserirlo nella 1a m. (o nell'ultima) m non lavorata delle m. lasciate in sospeso nel 94°giro, quindi lavorare insieme le 2 m. effettuando l'unione.

Dopo avere completato l'unione dei margini laterali del tallone con le prime 13 e con

le ultime 13 m. non lavorate del 94° giro, cambiare nuovamente con le punte dei f. n.

2,75 e riprendere a lavorare in giri.

Gamba

Lavorare a m. rasata dir su un totale di 52 m. (26 m. sul 1° f. e 26 m. sul 2° f.) per 102 giri, pari a circa 25 cm.

Bordo

Cambiare nuovamente con i f. n. 3 e lav. a p. coste 1/1 per 30 giri, pari a 8,5 cm. Al termine intrecc. tutte le m.

Menu